Autel Mini data di uscita prezzo
Recensioni

AUTEL MINI – IL DRONE AVRA’ 3 VERSIONI

Sembra ormai certo che a breve vedrà la luce Autel Mini ovvero un piccolo EVO 2. Le notizie però ricevute hanno quasi dell’incredibile! Vi avevo già parlato di qualche possibilità di vedere Autel Mini un paio di mesi fa. La notizia mi era stata data da Roberto, un iscritto al canale che tramite il nostro gruppo telegram mi ha informato.

Aspettando presto il mio V1 del nuovo Smart Controller di Autel, andiamo a parlare di Autel Mini. Ho detto di notizie incredibili, perché dalle informazioni in mio possesso, entro il mese di Agosto, Autel Robotics dovrebbe fare un annuncio ufficiale. L’annuncio sarà rivolto appunto agli Autel Mini. Ma perché parlo al plurale?! Perché dovrebbero esserci ben 3 versioni differenti di Mini drone arancione.

VERSIONE BASE: drone da 249 grammi, con camera di almeno 4K a 60fps. Ovviamente possibilità di scattare foto .raw e .jpg. Si auspica anche il profilo piatto (FLAT) in video. VERSIONE “PRO”: drone da 249 grammi, con camera di almeno 4K a 60fps. Ovviamente possibilità di scattare foto .raw e .jpg. Si auspica anche il profilo piatto (FLAT) in video. Ma con l’aggiunta dei sensori di evitamento ostacoli e viene da pensare quindi la possibilità anche di poter fare Active track. VERSIONE “THERMAL”: stesse caratteristiche dei precedenti con l’aggiunta della camera termica per fare ispezioni e rilievi.

Ma parliamo di prezzi. La terza versione con camera termica dovrebbe essere sui 1200$. Quella intermedia con i sensori anti collisione, sui 6/700€. La versione base invece dovrebbe aggirarsi sui 500€. Cosa ve ne pare? Se tutto questo fosse confermato, avrebbe davvero dell’incredibile se immaginiamo la qualità di Autel Robotics. Inoltre già da diversi mesi l’azienda Americana ha introdotto anche la Autel Care. Una sorta di DJI Care. E nell’ultimo aggiornamento firmware Autel sfida ancora DJI. Infatti di recente il CEO di DJI aveva dichiarato come l’azienda di Shenzhen fosse l’unica al mondo con la GEO Zone.

Cosa significa questo? Che DJI voleva apparire come un’azienda che ci tenesse anche alla sicurezza. Ed effettivamente, in molti hanno scelto finora Autel Robotics anche per questo. Per essere liberi di volare senza troppi limiti imposti dal produttore. Così Autel non ha perso tempo. Nell’ultimo aggiornamento, hanno anche loro introdotto il Geofencing (ma per ora solo in USA). Probabilmente presto però la cosa verrà estesa al resto del mondo. La cosa ovviamente a mio parere è solo che positiva. Come ho detto più volte Autel Robotics si sta muovendo in maniera saggia ed interessante. Al momento, seppur rimane un’azienda con un prodotto di nicchia, forse con Autel Mini, potrebbe diventare il primo vero concorrente di DJI.

Una cosa è certa. Il nuovo Regolamento Europeo sta condizionando tutte le case produttrici, reinventando il mondo dei droni. Autel se vuole aumentare le vendite ha oggettivamente bisogno di un prodotto come Autel Mini. e come DJI ha incrementato il fatturato con il Mavic Mini si spera un percorso analogo anche per l’azienda Americana. La cosa sicura è che non avrà niente a che vedere con i vari FIMI MINI oppure Hubsan. Vi ricordo di iscrivervi al nostro canale YouTube per non perdervi tutte le novità con i relativi sottocosto e di aggiungervi al nostro gruppo telegram!

Siamo Elisa & Nicola, ci piace viaggiare alla scoperta delle Capitali Europee ma amiamo anche la semplicità di luoghi unici come la Lapponia o la Cappadocia. Elisa con la passione per le foto, Nicola per i video. Insieme a noi non può mai mancare almeno un drone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *