hubsan zino mini pro test recensione
Recensioni

HUBSAN ZINO MINI PRO: PRO E CONTRO

Hubsan Zino Mini PRO il drone più discusso degli ultimi mesi è finalmente qui tra le nostre mani. Andiamo quindi a vedere insieme nel consueto video di rito, Perché comprare e perché no, questo nuovo discusso drone di casa Hubsan. Iniziamo dicendo che almeno sulla carta l’Hubsan Zino Mini PRO è in questo momento in cui scriviamo, l’unico drone al mondo di peso inferiore ai 250 grammi che monta i sensori anti collisione. Unico mini drone al mondo con un sensore di camera così grande (1/1,3″). E per finire, unico che include anche le varie modalità di volo automatico.

Tutto bello, oppure no? Andiamo a vedere in dettaglio punto per punto. Piccola precisazione: ci siamo già espressi negativamente sull’azienda e delle varie promesse mai mantenute. Soprattutto sulla parte di evasione ordini. A parte questo però, appena acceso la confidenza in volo è pari al DJI Mini 2. Sembra un classico drone DJI e niente da criticare come hovering. Così anche a livello costruttivo. Infatti il drone sembra davvero un ottimo prodotto anche a livello di plastiche. Sicuramente superiore rispetto al Fimi X8 Mini.

Uno dei primi dubbi che siamo andati a testare era quello del segnale radio. Infatti il drone non riceve la costellazione Galileo come il DJI Mini 2. Nel test e confronto realizzato però (Mini 2 con smart controller) l’Hubsan Zino Mini Pro non ha avuto nessun problema. Così abbiamo fatto qualche test per capire la qualità di camera. Foto e video realizzati al massimo delle possibilità del drone: 4K 30fps e 200Mbit/s. Lo avevamo già testato dopo il tramonto, apprezzando subito la grande qualità di camera con scarsa luminosità. Di giorno invece, abbiamo notato un fastidioso cambio luce con l’esposizione automatica. Ed è abbastanza evidente l’effetto Jello. Ovvero parte delle immagini sono tremolanti, come se il gimbal non fosse stabilizzato. Problemi che però probabilmente dovrebbero (potrebbero) essere risolti facilmente con rilascio di nuovi firmware.

A questo punto abbiamo fatto un confronto di camera con il DJI Mini 2. Oltre all’effetto Jello sopracitato dell’Hubsan Zino Mini Pro, nel complesso ci sembra comunque più gradavole la qualità del Mini 2. Così abbiamo poi testato i sensori e con nostro stupore, il drone sembra rilevare parzialmente gli ostacoli sul lato. Ricordiamo che i sensori sono presenti solamente davanti e dietro. Però abbiamo provato ad avvicinarci al muro sul fianco, e come si vede in video, il radiocomando beeppa! Così il test è andando avanti con un semplice test di tracking. Ricordiamo che abbiamo 2 opzione con Hubsan Zino Mini Pro.

Il classico Active Track oppure il Follow Me (che segue il GPS del radiocomando). Quest’ultima funzione abbastanza inutile a nostro avviso. Il tracking in un test molto basico di corsa leggera, ha funzionato bene. Anche se non siamo mai riusciti a farmi agganciare pur avendo una maglia rossa! Tutto questo è stato realizzato con una sola batteria che ci ha garantito circa 35 minuti di autonomia. Qualcosa di incredibile! Ma passiamo agli aspetti negativi di questo drone.

Detto dei problemi di camera, probabilmente risolvibili, e quanto successo nella fase di pre-ordine, a nostro avviso il problema più grande è l’assistenza. Infatti Hubsan non avendo nessun centro raccolta in Europa, saremo obbligati a rispedire il drone in Cina. E se anche Hubsan offre la Care, è ben diverso l’utilizzo dalla DJI Care (dove il drone va in Olanda) o la Autel Care (dove il drone va in Germania). L’ultimo aspetto che ci piace poco è l’hard disk interno del drone. Infatti Hubsan Zino Mini Pro non ha lo slot per la sd card.

Lavorando nel settore ICT con Elisa da anni, l’aspetto storage interno ci lascia grandi perplessità nel medio lungo periodo. Infatti pur vendendo nel lavoro di tutti i giorni, storage da cifre a 6 zero, purtroppo i fault capitano ogni tanto. Quindi ci sembra altamente probabile vedere presto, dei problemi sui dischi a bordo di questo drone, che oltre a raggiungere temperature interne alte, subisce altri stress. Infatti noi immaginiamo come sempre un viaggio in zaino. Passando da un aereo, un taxi, un traghetto, etc. Stress continui che potrebbero provocarne un guasto con conseguenze evidenti. Sul nostro canale YouTube trovate comunque tutte le recensioni ed anteprime. Per tutte le novità in arrivo seguiteci sul gruppo telegram e su instagram per novità live. Aspettando ovviamente DJI MINI 3, Autel Mini. A presto!

Siamo Elisa & Nicola, ci piace viaggiare alla scoperta delle Capitali Europee ma amiamo anche la semplicità di luoghi unici come la Lapponia o la Cappadocia. Elisa con la passione per le foto, Nicola per i video. Insieme a noi non può mai mancare almeno un drone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *